Antonella Quacchia (nata a Gorizia nel 1957) è un'artista italiana che vive e lavora a Vienna, in Austria. La sua formazione accademica è in Informatica e qualche anno fa ha iniziato a perseguire la sua passione di lunga data: la pittura!
Ha frequentato diversi corsi e ha sperimentato da sola varie tecniche, provando acquerelli, pastelli, pittura ad olio e acrilici; questi ultimi in particolare, usati insieme a una varietà di materiali non comuni nella pittura, danno luce alle sue opere. Con il tempo, ha dipinto molti soggetti figurativi, e presto si è resa conto che ciò attraverso cui si esprime meglio è la pittura astratta, in quanto lascia molto spazio alla curiosità e alla condivisione delle emozioni. Le sue opere sono piuttosto insolite: dapprima attraggono da lontano con grandi masse contrastanti e man mano che ci si avvicina, emerge un mondo di forme ed elementi più familiari. Evidenziando alcune parti, Antonella suggerisce possibili interpretazioni, pur invitando lo spettatore a lasciar fluire l'immaginazione e a connettersi con le proprie emozioni.
Antonella prende ispirazione dai ricordi e da tutto ciò che la circonda: persone, colori, movimento, cibo ... Di solito all'inizio del suo processo creativo non c'è molta intenzionalità, ma piuttosto un libero flusso di emozioni. Le piace chiamare questa fase "caos", ma potrebbe anche essere chiamata "caso". Poi si instaura un dialogo con il supporto, con le forme, con i colori e un'intenzione più consapevole di dare un senso alle masse.