Ultime Notizie

L'arte e la Tecnologia: Legami rafforzati in questa Pandemia (Roseli Crepaldi)

I giovani artisti affrontano oggigiorno una grande sfida: iniziare in un mercato dell'arte altamente competitivo e spaventoso. Nonostante questo, l'arte e la tecnologia hanno rafforzato i legami in questa pandemia. La crescente popolarità delle vendite di arte online, (o del mondo dell'arte), si sta muovendo rapidamente nelle case d'asta e nelle gallerie tradizionali. Ecco alcuni modi per distinguersi nel mercato online:

Image-empty-state.png

30/04/2021

Come è andata l'arte in Italia nel 2020 (Antonio Castellana)

Siamo giunti alla fine del 2020, un anno particolarmente difficile dal punto di vista pandemico, con gravi conseguenze con effetti devastanti per tutta la popolazione. Ma come è andata l’arte in questi dodici mesi dell’anno?

Image-empty-state.png

29/12/2020

Arte e Zen

Satori, un termine che, per chi non conosce lo zen, può essere inteso solamente come un
termine giapponese, ma cosa può significare per un artista?
Ecco: per esso, il mezzo per l’artista è solamente un tramite perché la sua coscienza si
accordi in modo armonioso con l’inconscio.

Image-empty-state.png

15/05/2021

Il Giardino dei Sogni - BOSCH (Gianfranco Angioni)

"…mi trovo tra case che stanno vicine, strette tra loro, fatte così dagli uomini, fatte vicine per proteggerle dal male, dai diavoli se di notte vengono a cercare, stanno sprangate porte e finestre per proteggersi stanno vicine come fanno persone e animali quando dormono, per proteggersi dai pericoli perché col buio dei demoni si aggirano in gran numero per ghermire prede indifese, io sono qui che cammino per stretti vicoli, ne seguo la pendenza è tutto in ripida discesa .....

Image-empty-state.png

05/08/2021

La Pandemia nella solitudine dell'artista (Gianni Dunil)

Il 2020 è l’annata destinata ad entrare nei libri di storia contemporanea poichè ha stravolto completamente il paradigma del tessuto sociale dell’occidente.

Image-empty-state.png

02/01/2021

L'arte Riaffiora (Roseli Crepaldi)

Con la pandemia, gli spazi culturali sono stati chiusi e il ritmo della produzione è stato
influenzato, così come lo stato di avanzamento dei progetti è sospeso. Il sistema dal giorno
alla notte è crollato, da una minaccia invisibile, inaspettata, con confinamento volontario o
forzato. Ci sono state penurie, coprifuochi e restrizioni, soprattutto negli anni settanta e
ottanta, ma mai una cosa del genere........

Image-empty-state.png